Passeggiando tra le calli e i ponti è possibile ammirare tutto il fascino e l’eleganza che la città di Chioggia trasmette: i palazzi in stile veneziano che si affacciano sui canali, le caratteristiche imbarcazioni chioggiotte denominate “Bragozzi” con le loro vele variopinte, la pescheria, il Corso del Popolo, Chiese, Musei e Monumenti, Piazza Vigo con il suo bellissimo ponte…

  A Chioggia potrete visitare alcuni monumenti e chiese storiche, come ad esempio il Duomo.La sua costruzione risale all’epoca in cui venne trasferita qui la sede vescovile che prima si trovava a Malamocco, all’incirca nel 1100. Nello stesso luogo esisteva in precedenza un’altra chiesa fin dall’anno mille.
La sua attuale struttura e il suo orientamento si devono all’opera di Baldassare Longhena, superbo architetto seicentesco che avrebbe realizzato in seguito anche la chiesa della Salute a Venezia, il quale curò la ricostruzione in seguito all’incendio che la distrusse nel 1623.In questo modo la chiesa presenta tracce di differenti epoche e stili.

 

  Oppure visitare il Museo “TORRE DELL’OROLOGIO” ospitato nella millenaria torre campanaria di Sant’Andrea.
Alta circa trenta metri con uno spessore alla base di oltre un metro e venti, di origine romano-bizantina, veniva utilizzata come faro e torre di avvistamento.Il percorso museale si snoda attraverso i vari piani permettendo al visitatore, seppure  sinteticamente, di conoscere la storia della città, della chiesa di Sant’Andrea  e della “torre dell’orologio “.Vedi il sito: cicca qui

 

Il Museo Civico della Laguna Sud è un museo archeologico ed etnografico di ambito lagunare.
É composto da tre piani e raccoglie le testimonianze archeologiche più antiche rinvenute a Chioggia e nelle aree limitrofe.
Il piano terra è dedicato alla sezione archeologica, in particolare all’ epoca preromana, romana (compresa fra il I sec. E il VI d.c.) e medievale; il primo piano contiene reperti di epoca medievale,rinascimentale e moderna; infine il secondo piano ospita una mostra cantieristica e marineria locale che va dal 1700 ai giorni nostri.
La seconda zona del secondo piano è dedicata alla mostra “Chioggia Città d’ Arte.Vedi il sito: cicca qui

 

pescheria A Chioggia, il mercato del pesce è un’istituzione antica, dato che la pesca è sempre stata fra le attività preminenti della città.Il variopinto mercato si trova tra la Piazza e il canal Vena, dietro Palazzo Granaio ed ospita una trentina di postazioni di pescivendoli, chiamati mògnoli, che vendono pesce di tutti i tipi, perché Chioggia è un punto d’incontro anche di pescatori non chioggiotti.Il pesce fresco si scarica dai pescherecci nel mercato all’ingrosso alle quattro del mattino, viene subito contrattato, e quindi viene distribuito per la città o destinato agli altri mercati italiani ed europei.Per la vivacità che lo caratterizza e per la ricchezza ambientale che lo anima, il mercato del pesce di Chioggia è da sempre una tappa obbligata di tutti i turisti.

 

Da non perdere il Palio della Marciliana, che si svolge ogni anno la terza settimana di giugno.
La manifestazione trae ispirazione dalla storia clugiense del XIV°secolo, culminante con la guerra contro i genovesi. Ogni anno la terza settimana di giugno Chioggia ricorda quel periodo in una rievocazione storica unica nel suo genere.
Chioggia si trasforma in un borgo medioevale con 600 figuranti: il corteo dei nobili, gli spadaccini, i tamburini, i musici, gli antichi mestieri, i balestrieri, le macchine da guerra, i trampolieri, i giochi, i balli, il fuoco.
Una manifestazione che fa riecheggiare i tempi della Serenissima Repubblica, quando Chioggia, pari alla sorella Venezia, viveva nel massimo splendore.